Top
Torna indietro

Lettera aperta del CdA Valtellina ai propri dipendenti e collaboratori

È il momento della massima responsabilità da parte di tutti

 

Carissimi,
la situazione generale causata dalla diffusione del corona virus è molto difficile e non si vede ancora la fine di questo tunnel. Gli organi istituzionali preposti alla salute e alla sicurezza dei cittadini non si stancano di ricordare che è assolutamente necessario attivarsi TUTTI e SUBITO per cercare di prevenire la diffusione del contagio.

Le regole affinché ognuno di noi faccia la sua parte sono semplici ma vanno rigorosamente rispettate.

Prima di tutto evitare il più possibile contatti fra le persone, utilizzare mascherine e guanti protettivi e lavarsi o disinfettarsi frequentemente le mani.
Da parte nostra, come azienda, stiamo applicando in modo scrupoloso le disposizioni governative e della protezione civile. Abbiamo attivato il telelavoro da casa dove possibile e posto in essere azioni di contenimento all’esposizione dall’infezione sia in sede che nelle filiali.

Alle nostre squadre impegnate in cantieri ed attività esterne sono state fornite indicazioni precise e specifiche di comportamento e di prevenzione.

Ma dobbiamo fare tutti ancora di più ed essere vigili nell’intero arco delle 24 ore!

Questa vera e propria “guerra” alla malattia richiede una sforzo eccezionale di attenzioni e prevenzione. Sul lavoro come a casa. Dobbiamo ripensare alcuni comportamenti in modo tale da contenere nel modo più efficace e capillare la contaminazione al virus. E nello stesso tempo fare al meglio i compiti di lavoro per ridurre l’impatto economico che certamente ci sarà nei prossimi mesi.

Da parte nostra, come amministratori dell’azienda, la responsabilità di mantenere saldamente il timone dell’impresa e assicurare una guida consapevole e che guarda avanti. Per curare anche quel bene prezioso che è il lavoro. Lo faremo nel rispetto del VOSTRO BENESSERE E DELLA VOSTRA SERENITÀ.

Ora più che mai insieme, come un’unica squadra.

Vi siamo vicino, a voi, alle vostre famiglie e ai vostri cari con il pensiero, ma soprattutto con l’azione.

Gianpietro, Roberto e Cesare Valtellina